CONTRIBUTI PER LE STRADE DI MONTAGNA, MARIN: “UN PRODOTTO TURISTICO UNICO NELL’INTERO ARCO ALPINO”

La Regione a maggioranza Lega, con il nostro assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio, continua a valorizzare i tesori delle nostre montagne stanziando 850mila euro per 16 interventi a favore delle strade storiche. Un’iniziativa che tutela in particolare la provincia di Torino con sei progetti per un valore di 464mila euro. Si procederà così alla valorizzazione dei tracciati strada Susa-Meana di Susa-Colle Finestre-Prà Catinat-Depot di Fenestrelle; strada dell’Assietta; strada Fenil, Pramand, Foens, Jafferau; galleria Seguret “dei Saraceni”; strada Bardonecchia-Rochemolles Colle del Sommelier; strade dei Monti della Luna; strada della Val Argentera.

“Ho sempre pensato che la legge 10 del 1991 per la tutela delle strade bianche fosse una grandissima opportunità per i nostri territori – commenta il consigliere regionale della Lega Salvini Piemonte Valter Marin, presidente della Seconda commissione del Consiglio regionale – e questa progettualità decisa dalla nostra giunta e dal nostro assessore Vittoria Poggio ha certamente il merito di promuovere un prodotto turistico unico nell’intero panorama dell’arco alpino europeo. Le strade oggetto di questi 16 interventi, cinque dei quali in provincia di Torino, offrono infatti un appeal di caratura internazionale per gli appassionati di escursionismo, di mountain bike e di mezzi a motore. Appassionati che arriveranno nella nostra regione da tutto il mondo”.

“Le ex strade militari in quota, come quella dell’Assietta – ricorda ancora Marin -, rappresentano un brand dalla forte valenza storica, turistica e paesaggistica. E la capacità di soddisfare più esigenze comporta la possibilità di calendarizzare la chiusura programmata delle strade in modo da garantire a ogni appassionato, nei giorni a lui dedicati, di sentirsi considerato e tutelato nel trovare soddisfazione nella sua passione, qualsiasi essa sia: a piedi, in bicicletta o in moto”.