UNA NUOVA LEGGE SUI DISTURBI ALIMENTARI: SERVIZI POTENZIATI E UN “CODICE LILLA” NEI PRONTO SOCCORSO

La Regione Piemonte ha una nuova legge per prevenire e curare i disturbi della nutrizione e dell’alimentazione.

“Siamo arrivati in Consiglio regionale con un solo testo di legge – commenta Sara Zambaia, prima firmataria della Proposta di Legge e portavoce del gruppo Lega Salvini Piemonte in commissione Sanità – frutto del lavoro sinergico di maggioranza e opposizione, anche grazie alla regia del presidente Alessandro Stecco. Il nuovo impianto legislativo cambia il paradigma della prevenzione e della cura dei disturbi della nutrizione in Piemonte sin dalla presa in carico del paziente, che già nel percorso di riconoscimento al pronto soccorso sarà individuabile attraverso il ‘codice lilla’”.

“Il palesarsi dei disturbi nelle fasce più giovani – continua Sara Zambaia – ci ha spinto a mettere in atto tutte le possibili azioni per il riconoscimento, l’informazione, la sensibilizzazione e la formazione dei servizi socio-assistenziali, del personale scolastico, delle associazioni sportive, del terzo settore e soprattutto delle famiglie affinché siano considerate luogo privilegiato dove attuare o potenziare il percorso di risoluzione dei disturbi alimentari”.

“Abbiamo inoltre istituito, oltre all’Osservatorio regionale, la Rete dei servizi regionali – conclude Zambaia -che saranno fondamentali nella ricerca e nel raccordo dei dati tra Assessorati e commissione Sanità e che, grazie alla clausola valutativa, ci permetteranno di mantenere un approccio funzionale al dinamismo con cui i disturbi dell’alimentazione mutano ed evolvono”.